Se domani doveste mettervi in proprio, quale sarebbe la risorsa più scarsa in vostro possesso, quella da amministrare in maniera più oculata?

Nove persone su dieci, intervistate, hanno risposto “i soldi“.

La decima ha risposto “metti a letto i bambini e aiutami a stirare, piuttosto”.

Invece la risposta corretta secondo me è il tempo. Ci ho messo anni a capirlo, ma credo sia proprio così.

Una delle difficoltà più grandi per chi si mette in proprio è dare un valore monetario al proprio tempo, in modo da poter prendere delle decisioni e dare priorità a quello che si fa. 10/100/1000 euro al giorno? L’importante è decidere.

Non fare questa operazione porterà a lunghe notti in cui vi occupate di dettagli che potrebbero essere seguiti da qualcun altro. Se la fate invece sarete in grado di decidere più rapidamente cosa fare voi e cosa delegare o comprare come servizio.

Anche se pagare qualcuno per fare un lavoro che potreste fare voi sulle prime non suona come una buona idea, per la mia esperienza è il passo decisivo verso la possibilità di maggiori guadagni per chi ha deciso di mettersi in proprio.