Per un pugno di dollari

Il comune dove vivo ha la sua brava antenna per i telefonini, ovviamente
piazzata  ad alcuni decimetri dall’abitato.  Il sindaco ha dichiarato
che non ci sono problemi per la salute, poi è andata via la luce… ed
emanando un bagliore verdastro è rimasto perfettamente visibile.

Ma la parte peggiore è che il comune prende solo 10.500 euro all’anno
dalla compagnia telefonica. Mi sarei aspettato dieci volte tanto.

Qualcuno ha notizie in merito alle tariffe?

La prova d’amore

Sono andato ad abitare in una zona non coperta da ADSL, GPRS,  UMTS.*
C’è solo il segnale GSM, ma non prende in tutta la casa.
(E a dir la verità anche quando ci parliamo di persona  sento un fruscìo di sottofondo.)

Questo è Vero Amore.
 
*Oltre a tutto ciò la SIP vuole 150 euro, oltre ai soldi della tassa mensile, per girare la vite e portare la linea analogica.

Biglietti di banca 2

Rifaccio il post di prima.

Ore 8.30, il Piccoloimprenditore entra in banca.
“Buongiorno signorina, vorrei chiudere un libretto di risparmio (1500 euro in tutto).”
“Guardi, mi dispiace ma non ho soldi”.
“E io come faccio? Mi servono!”
“Non saprei, potrebbe provare col baratto.”

Biglietti di banca

Ore 8.30, il Piccoloimprenditore entra in banca.
“Buongiorno signorina, vorrei chiudere un libretto di risparmio (1500 euro in tutto).”
“Guardi, mi dispiace ma non ho soldi”.

Il Piccoloimprenditore pensa: metti che per caso ho sbagliato, mi son
distratto e sono entrato dal pizzicagnolo invece che in banca (delle
volte capita). Esce, controlla l’insegna (“Grande Banca”). Rientra.
Davanti a lui pensionati sbraitano in dialetto mentre la signorina alza
le braccia mostrando cassetti vuoti. Poi di colpo la coda si acquieta.

“Buongiorno signorina, sono quello di prima e ho rifatto la fila. Vorrei chiudere il libretto e ritirare i soldi.”
“Si… subito, mi dia un attimo.”

Ah, ecco, si vede che prima c’è stata un’incompresione. Figurati se non li hanno.
Il Piccoloimprenditore esce dalla banca col contante in tasca. Le
banconote, insolitamente morbide, in trasparenza riportano la scritta
“Fabriano”.