Let’s talk about money

Sui giornali di oggi campeggia una notizia sconcertante: miliardi di euro giacciono derelicti in conti correnti, cassette di sicurezza, conti titoli … abbandonati dai rispettivi proprietari addirittura da decine di anni.

Alla faccia della distrazione direte voi! E infatti, ci vuole una bella sbadataggine a dimenticarsi dei danè! Certo, le proporzioni macroscopiche del fenomeno inducono una riflessione meno superficiale e dai risvolti probabilmente poco allegri, che però non faremo in questa sede.

Un pensiero laterale mi pare invece più pertinente per noi: che cosa farebbero i piccolimprenditori e le piccoleimprenditrici se potessero improvvisamente ritrovare un simile tesoro? Per non esagerare e per celebrare il sommo Brunetto Latini, diciamo un tesoretto da 25.000 euro?

L’ho chiesto a un amico imprenditore che non è più piccolo, direi che nell’imprenditoria ha certamente raggiunto la maggiore età, e mi ha risposto nel modo seguente: “comprerei un piccolo spazio su un quotidiano importante per ringraziare i miei clienti, i miei dipendenti, i miei fornitori … i miei stakeholders insomma, quelli che hanno creduto in me. Senza di loro, oggi non sarei nulla …”. A mio parere, pessimo modo di spendere il tesoretto, visto che lo stesso obiettivo – esprimere gratitudine – lo si può raggiungere anche gratis, inviando una bella mail … O no?

Italia.it

Sono appena andato a controllare, giusto per vedere… ma la gestazione del portale Italia.it non è ancora terminata (www.italia.it).

Si sono affidati a un consorzio di 3 grosse aziende (Tiscover, Ibm, Its), stanziando 45 milioni di euro per non pubblicare niente dopo 2 anni e mezzo abbondanti.

Le piccole aziende, si sa, sono più competitive: la PiccolaImpresa sarebbe stata sicuramente in grado di non pubblicare nulla dopo 2 anni e mezzo per soli 20 milioni di euro.

Less is more

E’ arrivato dopo un mese di attesa, tanto che stavo per cancellare l’ordine.

81564-573291-thumbnail.jpg
 

 

MacBook Pro,  schermo a 17 pollici, 2Gb di RAM e disco a 7200rpm. La differenza di prezzo con il Vaio che avevo considerato come alternativa è ampiamente giustificata dalla qualità dell’hardware. Eccellente.

Ci ho installato Windows XP per motivi di lavoro, partizionando con Bootcamp e faticando un pochino per far funzionare la tastiera retroilluminata e il bluetooth anche sotto Windows… rimane da far funzionare la webcam, chi ha notizie in merito cortesemente faccia sapere.