Il futuro è nel T2T

Di solito faccio fatica a trovare il taxi che accetti la carta di credito.

Ieri sera invece il mezzo era dotato di POS e GPS 3D. Poi sul cruscotto aveva uno scatolino con un monitor da 7", sul quale giravano Google Maps e (udite udite) Skype. Si, ero su un taxi on-line.

Il il conducente era impegnato in una call conference assieme ad altri 3 tassisti, si scambiavano pareri e confrontavano la situazione del traffico nei diversi punti di Milano. Ad un certo punto ho pensato "magari c’è pure il wi-fi nell’abitacolo" ma non ho avuto la prontezza di chiedere.

Forse faccio ancora in tempo a testimoniare la nascita del T2T (Taxi-to-Taxi).

Ho guardato il mio Nokia N90 e lui si è voltato dall’altra parte.

Un pensiero su “Il futuro è nel T2T”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *