Interruptus

Ieri sera, casa del PiccoloImprenditore ore 20 circa.

Suona il cellulare. Ovviamente suona sempre quando sono nel mezzo di qualcosa di importante. Interrompo la deiezione e vado a rispondere. Chi sarà alle otto di sera?

E’ la banca. Anzi no: è un signore che dice di lavorare per la banca on-line di cui sono correntista. Dice servizio, cliente, vicinanza, noi non abbiamo sportelli e per rimediare le assegnamo un personal qualcosa. Gratis. Come in una banca tradizionale lei avrà un interlocutore in carne ed ossa.

Se volevo l’interlocutore non facevo il conto con voi, penso, ma penso anche che il lavoro nobilita il promotore e gli dico che va bene, datemi questo beneficio gratis che pagherò mese dopo mese.

Ecco, ci sarebbe da vedersi per finalizzare, devo fare l’aggancio tecnico (?).

Non se ne parla nemmeno, mi scriva un’e-mail. Non si può devo farle firmare una cosa. 

Niente, dopo estenuante tira e molla io… vuoi per il sospeso di pochi minuti prima da terminare, vuoi per curiosità, me lo devo sorbire domani sera alle 17.

Vi tengo informati. 

2 pensieri su “Interruptus”

  1. Per aprire il conto Fineco ho dovuto sorbirmi la visita di un promotore.Promote a cui ho pero’ messo ben in chiaro i patti:1) se apro un conto online e’ per non avere promotori tra le balle un giorno si e uno anche…2) se apro un conto online e’ per non avere promotori al telefono un giorno si e uno anche…3) se cambi datore di lavoro non mi venire a stressare le balle, non ti verro’ dietro…Ovviamente non ha funzionato nessuno dei tre punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *